Astensionismo, si ricomincia?

E’ della fine degli anni ’70 la “questione morale” di stampo Berlingueriano che denunciava la corruzione di alcuni partiti politici e che secondo alcuni ha dato il via alla non partecipazione al voto da parte dell’elettorato italiano; a quei tempi non era possibile sottrarsi alla “fisicità” delle operazioni di voto ed alle politiche del 1976 i voti inespressi, ossia le schede bianche e nulle, erano solo ad una sola cifra percentuale.

Continua a leggere

Crazy food, il futuro alimentare che verrà

Il cibo, una delle eccellenze del Belpaese sta “tra-ballando” sotto i colpi di un’ondata newage che vede protagonista l’entomofagia, “cibo pazzo” riguardante polpette di moscerini e formiche fritte, grilli al forno e formaggi abitati da vermi; preconcetti culinari (e di palato) a parte, se in Inghilterra è inconcepibile mangiare la carne di cavallo perché da noi deve esserlo l’alchimia gastronomica riguardante gli insetti nel piatto? 

Continua a leggere

Texas ratio del credito malato, speranza e disperazione

Il Texas ratio è un indicatore finanziario che mette in rapporto i crediti deteriorati al patrimonio netto di una banca, è stato creato in Canada da un manager dopo una catena di fallimenti di 400 istituti di credito texani (da qui il nome) a seguito della crisi immobiliare degli anni ’80; questo indice è balzato alle cronache per i guai finanziari di tante banche italiane fallite o in “sofferenza” che hanno mandato in fibrillazione clienti e risparmiatori in merito i quattrini dati loro in gestione.

Continua a leggere

La cinica parodia del potere televisivo

I riflettori si sono da poco spenti sulla fortunata serie televisiva a stelle e strisce di Games of Throne, storia di casate che si battono per il potere dei sette regni, che del passatoha visto una sorta di “stagnazione” nelle ultime puntate del 2016 ma che ha mantenuto le promesse nel 2017, intrighi da tragedia greca e vendette sanguinarie di matrice shakesperiana fra le terre di Westeros (ovest) ed i territori di Essos (est).

Continua a leggere

Autofobia e indottrinamento per l’angelo del focolare

Strano ma vero, l’imposizione del velo alle donne in pubblico non si diffuse in qualche remota provincia afgana ma bensì nella culla della nostra civiltà occidentale ossia l’Atene democratica che impose alle loro donne di “distinguersi” così da tutte le altre; da quelle persiane o siriane ad esempio che, senza imposizioni sessiste del genere, godevano a quei tempi di ben più alta considerazione sociale.

Continua a leggere