Natale 2019

Il Natale si avvicina e in questi giorni è naturale riflettere sul significato di questa festa e tentare di fare un bilancio del contesto generale in cui viviamo.

L’Associazione Primola unisce credenti e non credenti, donne e uomini uniti dal desiderio di impegnarsi in modo libero e gratuito, senza chiedere nulla in cambio, nella società, per migliorarla e diffondere in essa la cultura. Nello spirito dell’insegnamento di Don Milani, noi pensiamo che il sapere abbia valore e possa essere davvero utile solo se condiviso. Per la nostra Associazione questi valori di solidarietà, altruismo, condivisione e rispetto reciproco rispecchiano in modo profondo i valore del Natale.
Continua a leggere

'19 fotoarticolo natale

Natale, dal paradiso delle feste all’inferno degli ultimi

Il trend del Natale 2019 vede innovazione e design farla da padroni, le piazze d’Italia già decorate da cieli stellati e comete sono adornate da alberi griffati e luminescenti come d’altronde i presepi metropolitani postmoderni che però sono incorniciati (anche) da loghi aziendali che, oltre a cogliere l’occasione per annunciare la natività del Bambino Gesù, informano delle prossime iniziative: collane editoriali, convegni futuri o proposte di viaggi transoceanici lowcost.

Continua a leggere

'19 fotoarticolo '19 in vino veritas..

In vino veritas, come “bio” comanda

E’ la citazione latina che meglio fa capire che bere vino può incidere sull’atteggiamento delle persone, che perdono inibizioni e possono esprimersi più liberamente dicendo più facilmente la verità; l’abuso invece provoca guai e per questo non va dimenticata la frase completa “in Aqua Sanitas”, che fa intendere quanto preferibile sia la consuetudine di riconsiderare “da sobri” le decisioni prese da ubriachi.

Continua a leggere

'19 fotoarticolo agroalimentare

Agroalimentare, leadership dimenticata

“La quintessenza del gusto italiano al giorno d’oggi non è Prada o Maserati ma il proprio fenomeno alimentare.”

Questo in ambito Expo 2015 si leggeva sulle pagine del settimanale britannico The Economist, a fargli compagnia il Wall Street Journal a confermare una volta di più la rilevanza della leadership italiana del comparto in un’intervista a Giovanni Ferrero, perentorio nel dichiarare il proprio obiettivo di raddoppiare le dimensioni della creatura di suo nonno Pietro (stimata ben oltre i 30 miliardi di dollari) privilegiando qualità e sicurezza, innovazioni della filiera e ricerca in campo agroalimentare.

Continua a leggere