'20 fotoarticolo (non) andrà tutto bene

(non) andrà tutto bene

Nella pienezza del diritto di festeggiare la conquista della libertà in occasione della Festa Nazionale di Liberazione del 25 Aprile e persino di cantare alla finestra di casa tutti assieme (distanti ma uniti) “Bella Ciao”, in onore e memoria di chi ha perso la vita combattendo l’invasore nazifascista, non mi sento di sponsorizzare in toto l’hastag “andrà tutto bene”, né l’ho fatto all’inizio dell’epidemia da Coronavirus; troppi da subito gli anziani abbandonati al loro destino di principali vittime e troppi i giovani che, colpa dell’isolamento forzato, hanno dovuto interrompere scuola, percorsi formativi e redditi preziosi. 

Continua a leggere

'20 fotoarticolo il senso della festa...

Il senso della Festa del 1° Maggio

E’ sempre importante festeggiare il 1° Maggio anche se tanti sono gli accostamenti tristi che accomunano questa giornata di festa dei lavoratori, dalla strage di Portella della Ginestra del 1947 dove gli uomini del brigante Salvatore Giuliano a raffiche di mitra lasciarono senza vita 11 persone fra le tante che si erano riunite per festeggiare il successo elettorale della coalizione Psi-Pci “Blocco del Popolo”, all’altra sventura che colpisce ogni anno le persone che si infortunano e che contraggono malattie negli ambienti di lavoro, non bastasse ciò, ancora si muore per effetto dei contagi da Coronavirus.

Continua a leggere

'20 fotoarticolo il bicchiere mezzo pieno

Il bicchiere mezzo pieno

E’ bastato che l’indice di contagio scendesse sotto l’1%, ovvero che ogni malato affetto da Coronavirus infetti in media meno di una persona, che le autorità abbiano valutato di “ammorbidire” il lookdown.

Partita (come sempre) dagli Usa una “vox populi” di protesta verso la metà di aprile degli Stati industriali del nord, contro le misure di isolamento per contrastare l’epidemia, questa si è allargata ad altre zone (Ohio, California, ecc.) malgrado i sondaggisti più autorevoli (Gallup, 71% e Pew Research, 66%) indicassero come invece la stragrande maggioranza dei loro concittadini intervistati fosse favorevole al prosieguo del lookdown.

Continua a leggere

'20 fotoarticolo 25 aprile...

25 Aprile, il profumo della libertà

La grande amarezza di quest’anno sarà di non poter onorare chi è caduto per la libertà del nostro Paese, sulle lapidi a deporre corone e fiori andranno i sindaci e le autorità designate in rappresentanza delle comunità, e per la prima volta in 75 anni non saranno i singoli cittadini, tantomeno in corteo, a dir grazie a quelle donne e uomini che tacquero sotto le torture, che diedero la vita e che non poterono godere del profumo della libertà.

Continua a leggere

PRIMOLAracconta il pensiero di Federica Burchi

Nessuno di noi si sarebbe mai aspettato un inizio di anno così turbolento. Avevamo aspettative e grandi sogni da parte, avevamo appena brindato a 366 giorni ricchi di serenità e prosperità, ma soprattutto colmi di amore e di salute. E’ questo l’augurio che siamo soliti fare alle nostre famiglie, e più in generale, a tutte le persone a noi vicine. 

Continua a leggere