Il mondo (alla rovescia) del Calcio

Una volta fuori dallo stadio il tifo organizzato gestiva solo i parcheggi, oggi invece si presenta sul mercato dei reati con molte più “frecce” al proprio arco, è un’organizzazione professionale capace di espletare qualsiasi azione aggregandosi con altre tifoserie “gemelle” di club italiani ed esteri e anche di altri sport, come è accaduto alla curva del Milano (hokey) e a quella dell’Olimpia (basket) che hanno tributato a Daniele Belardinelli, l’ultras nerazzurro deceduto a Milano prima della partita di calcio Inter-Napoli, un saluto caloroso in una sorta di cameratismo di appartenenza, reminiscenza delle squadre mussoliniane, dove gli accostamenti a dinamiche politiche (Casapound) non sono più una novità. 

Continua a leggere

Sfera Ebbasta, mission (forse) sbagliata e alternativa che (forse) non c’è

Il sette dicembre 2018 al concerto di Sfera Ebbasta a Corinaldo sono stati venduti troppi biglietti, più di quelli consentiti, il locale era inadeguato ad ospitare un evento del genere e le responsabilità penali colpiranno i responsabili di quella tragedia, da chi ha spruzzato lo spray al peperoncino, al proprietario del locale, agli organizzatori tutti.

Continua a leggere

Chi è dentro è dentro, chi è fuori (è) sta fuori

Gli specialisti del pentagramma in fatto di “muri” sono stati i Pink Floyd, l’album “The Wall” (1979) è una sciccheria rock, una vera e propria icona in ambito musicale e parla dell’isolamento mentale (un muro) che può crearsi un individuo per le cause più diverse, non solo legate alla vita famigliare e sociale; col brano “Another Brick in the Wall” invece la band inglese cercò di far intendere ai fan la loro riluttanza alla popolarità, ottennero invece l’effetto opposto in quanto il pezzo non fece altro che aumentare il loro successo.

Continua a leggere

Mattarella e Bergoglio, divergenze parallele nel rispetto e la solidarietà

Archiviati i tradizionali (e soporiferi) discorsi di re e regine in occasione dei messaggi di fine anno, quel che di buono resta da ricordare del 2018 su questo tema sono in definitiva  le parole del Presidente Mattarella e quelle di Papa Francesco, le ultime due personalità in ordine di tempo che si stanno trovando ai vertici del potere sui due lati del Tevere.

Continua a leggere