Enti locali

I dati riguardanti l’affluenza alle recenti elezioni amministrative mostrano in modo evidente che esiste un solco sempre più ampio tra elettori ed eletti. Le percentuali riguardanti l’affluenza al voto sono sempre minori e questo dato mette in pericolo il rapporto fra cittadini e gli enti locali e, in generale, la partecipazione, che è uno degli elementi fondamentali della democrazia rappresentativa.


E’ difficile individuare le ragioni profonde della sfiducia con la quale molti cittadini si rapportano ai Comuni, alle Regioni e allo Stato, ma è possibile fare alcuni esempi che mettono in luce questa dinamica dannosa.

Spesso il cittadino che si reca presso gli uffici della Pubblica Amministrazione per chiedere il duplicato di un documento o l’apertura di una pratica non è trattato in modo amichevole dagli impiegati incaricati, e questo atteggiamento scostante aumenta la diffidenza dei cittadini nei confronti degli enti locali che dovrebbero, invece, essere percepiti come vicini e attenti alle necessità quotidiane delle persone.

Anche alcune tipologie di contravvenzione come, ad esempio, quelle che vengono commutate per eccesso di velocità in risposta a infrazioni non gravi e di scarsa importanza, sono percepite dai cittadini come tentativi di raccogliere fondi, anche alla luce del costante taglio dei finanziamenti ai Comuni da parte dello Stato centrale. Anche questa azione di repressione, anche se giustificata, allontana a volte i cittadini dagli enti locali, poiché alle contravvenzioni dovrebbe accompagnarsi un’attività di educazione alla convivenza che spesso, purtroppo, manca.

Sarebbe essenziale che chi viene eletto a una carica pubblica avesse le conoscenze e le competenze necessarie per svolgere un ruolo così complesso. Attualmente accade, invece, che spesso l’attività politica di governo locale è caratterizzata da improvvisazione e scarsa competenza.

Primola, che ha al suo attivo un’attività più che ventennale nel volontariato, mette a disposizione la sua esperienza anche per offrire a coloro che sono stati eletti, dei corsi di formazione sui temi dell’innovazione, del buongoverno e dell’etica, temi essenziali per svolgere al meglio ruoli di governo locale.

Giovanni Torricelli