L’inverno non arriva, ed è allarme siccità in tutta Italia

Il mese di dicembre ci ha lasciati con il 91% di precipitazioni in meno rispetto alla media, e il mese di gennaio ci ha già catapultati in primavera, con gli stessi millimetri di pioggia che cadono ad agosto. Tutto questo ha prodotto siccità nelle campagne e allarmi smog nelle principali città italiane. Un inverno anomalo e tra i più bollenti degli ultimi 215 anni. E proprio i cosiddetti giorni della merla, che dovrebbero essere i più freddi dell’anno, hanno portato un caldo record per il periodo. Questo è il quadro che ci presenta la Coldiretti, sulla base dei dati Eucea relativi ai primi 20 giorni del mese di gennaio.

Sono state adottate misure di contenimento dello smog che fanno svuotare le città dal solito traffico. Le montagne sono prive di neve e i principali laghi italiani sono quasi vuoti. Il livello dei fiumi è pari al livello estivo, i prati sono pieni di fiori e gli alberi da frutto nelle campagne, fioriscono. Preoccupa principalmente l’alto livello di smog, dannoso per la salute, e l’assenza di neve sulle montagne, che di norma garantisce afflussi idrici molto importanti per le coltivazioni e per le raccolte dei mesi primaverili e estivi.

Continua a leggere Su: L’inverno non arriva, ed è allarme siccità in tutta Italia – Blastingnews

Post correlati: