Perchè siamo tristi per la morte di David Bowie?

Scomparso dopo una malattia David Bowie ci lascia una produzione musicale sterminata e un vuoto che difficilmente un altro artista potrà colmare..
Ma stavolta chi solitamente si lamenta a causa di questo moderno “rito” social dovrebbe semplicemente tacere, se non ha niente di interessante da dire.

Quando nominiamo David Bowie parliamo di un uomo che è stato uno dei più grandi artisti del ‘900: cantante, attore, anticonformista e sperimentatore.
Possiamo definirlo con una sola parola: iconico.

David Bowie venne soprannominato non a caso “Il Camaleonte”, per la sua capacità di mutare aspetto e di adattarsi a tantissimi generi musicali e a tantissime epoche storiche.
Non fu mai incoerenza la sua, non sentì la necessità di accontentare i gusti momentanei del pubblico.


David Bowie è stato un genuino sperimentatore e un affascinante provocatore, che spesso anticipava e dettava i tempi agli altri artisti. Altre volte, come amava dire lui, era semplicemente molto bravo a “rubare” e a fare suo, rendendolo migliore, quello che veniva proposto da altri.
Amava confondere nascondendosi dietro a variopinti travestimenti che lo collocavano sempre al di là del concetto di “genere” (before it was cool, come si suol dire).
I suoi personaggi spesso erano inquietanti, ma davano forza alla produzione musicale e l’esibizione diventava un momento di teatro volto a stimolare lo spettatore non solo dal punto di vista del suono, ma anche da un punto di vista visivo.

Tantissimi pezzi di David Bowie sono diventati colonna sonora delle nostre vite.
Perfino quei (tanti, troppi) giovani che non sanno chi sia, senza rendersene probabilmente conto, hanno avuto modo di apprezzare le sue canzoni attraverso i tantissimi musicisti che lo hanno campionato o ne ha fatto una cover.
Io lo ammetto: ho avuto una vera e propria cotta per David Bowie, cotta che non è mai veramente passata.
David-bowie-labyrinth

L’amore per la sua musica è cresciuto sempre di più arricchendosi grazie alla comprensione di quei testi che spesso sapevano farsi poetici ed evocativi.
Chi ha amato David Bowie ha passato tantissimo tempo con lui, seppure solo metaforicamente attraverso le sue canzoni e i suoi film.

Sorgente: Perchè siamo tristi per la morte di David Bowie?-parlaredaltro

Post correlati: