Guida con il cellulare: la polizia municipale inasprisce i controlli a Imola

Secondo uno studio ACI ISTAT il 20,1 % del totale degli incidenti registrati in Italia nel corso dell’anno 2014 sono stati causati da distrazione dovuta all’uso di smartphone e telefoni cellulari durante la guida. L’ossessione per il cellulare anche in automobile è diventata la prima causa di incidente stradale in Italia, battendo la guida in stato di ebbrezza e l’eccesso di velocità.

La Polizia Municipale di Imola ha per questo inasprito i controlli, sanzionando, dall’inizio dell’anno ad oggi, 219 conducenti di veicoli, sorpresi nell’uso del telefono cellulare durante la guida. Purtroppo, nonostante la sanzione pecuniaria di 161,00 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente, fino ad arrivare alla sua sospensione se sorpresi per due volte nell’arco di due anni nella stessa infrazione, sembra non basti a scoraggiare questa cattiva abitudine. E’ proprio di poche settimane fa il rilievo da parte della Polizia Municipale di Imola di un incidente stradale con lesioni gravissime riportate dal conducente, vittima di una distrazione dovuta all’uso del cellulare mentre era alla guida.

Attraverso lo studio effettuato dall’ACI ISTAT si è accertato che solo per inviare un brevissimo messaggio tramite sms o Whatsapp occorre prendere il cellulare, sbloccarlo, aprire l’applicazione, scrivere il testo; operazioni che richiedono circa 10 secondi di tempo, durante i quali si percorrono 300 metri senza prestare alcuna attenzione alla strada.

 

Continua su: Guida con il cellulare: la polizia municipale inasprisce i controlli | Rete Imola

Post correlati: