“Casotto” – la dissacrante e irriverente commedia italiana di Citti

locandina

Regia: Sergio Citti, 1977
Cast: Gigi Proietti, Jodie Foster, Ugo Tognazzi, Michele Placido, Paolo Stoppa, Mariangela Melato, Ninetto Davoli, Franco Citti, Catherine Deneuve

Trama:
In un casotto da spiaggia situato probabilmente a Ostia (Roma) ad agosto, si alternano e accavallano le storie e le vicissitudini di vari personaggi, alquanto bizzarri e assortiti: due amici romani con due autostoppiste appena ‘abbordate’, due motocicliste che cercano di raggirare un funzionario delle assicurazioni, due militari con il pallino della palestra e del fisico, una coppia di nonni che vogliono accalappiare un ingenuo fanciullo per la loro nipote incinta, una coppia che deve ancora consumare il primo rapporto e un prete in vacanza davvero molto “strano”..

(Ugo Tognazzi e M. Melato in una scena)

Opinione:
Una delle commedie più singolari ed esilaranti realizzata negli anni ’70, con un budget molto esiguo e un cast davvero variegato e di facce note al pubblico odierno.
A brillare fra la compagnia d’attori troviamo un giovane Gigi Proietti che ci dimostra la sua già precoce bravura di attore teatrale e improvvisatore, un giovane Michele Placido un pò alle “prime armi” nel cinema, inoltre un trascinante Franco Citti e un simpatico Stoppa riempiono lo schermo e l’angusto set del casotto con le loro performance e qualità recitative.

I personaggi ruotano e si muovono a turno quasi come all’interno di un allegro “capannone da circo”: il regista, tramite la location della cabina collettiva del lido balneare, trova l’occasione per offrire la divertente (e dissacrante) visione di uno spaccato d’umanità e società non proprio bellissimo e di cui andar fieri, con tinte grottesche che sfiorano a volte il tragi-comico in diverse scene, soprattutto nelle parti finali col delirante discorso dell’istrionico Ugo Tognazzi (Amici Miei atto I e II).

J. Foster con Gigi Proietti

Molto bravo anche Ninetto Davoli (attore presente in molti film di Pasolini) con un ruolo marginale alla trama ma capace di riempire lo schermo senza l’ausilio di alcuna battuta bensi attraverso un sorriso solare e contagioso.
Da notare la presenza di una giovanissima e semplice Jodie Foster con tanto di parlata romanesca, irriconoscibile se paragonata agli ultimi anni e  coperta, ovviamente, dal doppiaggio italiano.

Un ruolo un pò scomodo invece quello affibbiato a M. Placido, il cui personaggio e interpretazione rimangono leggermente sottotono e, come previsto anche da copione, non spicca rispetto alle altre figure più goliardiche e decisamente irriverenti.
Dal punto di vista ‘tecnico’ le scene del film sono girate per quasi tutta la visione in interni, precisamente all’interno delle quattro mura della cabina pubblica , con sporadiche e lente carrellate della cinepresa attorno ad essa.
Le poche e uniche scene girate in “esterni” sono quella raffigurante la spiaggia pubblica affacciata al mare e quella, molto divertente e surreale, del sogno di Proietti in uno scenario incontaminato di montagna fra i pascoli lungo le pendici di un ruscello ed infine la facciata di una anonima chiesa (insieme a Catherine Deneuve).
Molto carina e artigianale la piccola colonna sonora che accompagna i titoli di coda.

(C. Deneuve)


Conclusioni
:

Una commedia di costume (e malcostume)  realizzata con i giusti ingredienti: pochi soldi, una scenografia e un eccellente montaggio da renderlo quasi unico e un capolavoro nel “suo ridotto genere”.

Difficile intuire se le intenzioni del regista, come anche traspare dal duplice significato del titolo “casotto”, potrebbero essere quelle di rappresentare e ritrarre un’umanità con i suoi lati  e le sue volontà più losche atte a stravolgere la realtà e gli eventi a proprio favore, o semplicemente  di intrattenere e divertire il pubblico creando grottesche e singolari situazioni in un contesto balneare.
A ogni modo come livello di regia, qualità delle prove di attori (e comparse) e la scelta della location, siamo di fronte a una brillante commedia tutta italiana da godere e rivedere specialmente in estate..


Massimiliano R

Streaming da youtube

 

 

Post correlati: